Le maculopatie degenerative
Maculopatie Degenerative è la definizione che raggruppa non solo una malattia, ma un’insieme di patologie che agiscono in maniera lenta e progressiva sulla macula, la parte centrale della retina. Queste malattie colpiscono nella quasi totalità dei casi persone al di sopra dei 50 anni e sono molto pericolose poiché, se non trattate con la dovuta tempestività e con un’accurata terapia, possono degenerare fino a causare la quasi completa perdita della vista.


La degenerazione maculare legata all’età (o DMLE, degenerazione maculare legata all'età) è una malattia cronica e progressiva della macula e rappresenta la principale causa di cecità legale e di grave riduzione della visione centrale nella popolazione al di sopra dei 50 anni d’età nei paesi sviluppati e ad elevato tenore socio-economico.

La patologia interessa in primis la coriocapillare, la membrana di Bruch e l’epitelio pigmentato retinico con disfunzione e morte dei fotorecettori sovrastanti.
La DMLE viene classificata in due forme: una secca o atrofica e una umida, neovascolare o essudativa.
La forma atrofica è il tipo più comune (80% dei casi), causa generalmente una moderata/grave riduzione visiva ed è dovuta ad una lenta e progressiva atrofia del tessuto retinico.
La forma essudativa è meno comune ma più grave (è responsabile del 90% dei casi di grave calo visivo per maculopatia).